Il Monte Nieddu

Gli amanti della natura e della bicicletta devono assolutamente provare l’itinerario al Monte Nieddu. Si trova nel comune di San Teodoro, è un massiccio granitico proprio alle spalle della famosa spiaggia La Cinta, rasenta i 1000 metri di altitudine s.l.m. con Punta Magghjori, che ne fa una delle vette più alte di tutta la Gallura.

Si tratta di un percorso che varia tra i 14 ed i 17 km, a seconda delle alternative che si seguono, e si caratterizza per essere un’area ricchissima di boschi di lecci, tasso e sughere. Il Monte Nieddu ha una notevole estensione ed è unico per la presenza di piccoli corsi d’acqua che danno vita a cascate con piscine naturali, in cui è anche possibile fare il bagno.

Monte Nieddu

È un itinerario per gli amanti del trekking e della mountain bike. Si parte da Budditogliu,  sempre frazione di del comune di San Teodoro, si imbocca via Aresula, poi si gira a sinistra per via Lu Carrulu Ecchiu. “Sottopassata” la SS 131, ci si ritrova all’ingresso della vallata che si spinge fino ai piedi del monte. A questo punto si prosegue per una leggera salita, attraverso un percorso che si fa strada in mezzo ad una folta vegetazione mediterranea. Pian piano la pendenza della strada aumenta fino al 20% e, una volta superate queste prime pendenze e oltrepassato un cancello, dopo circa un km si raggiunge una biforcazione: se si prosegue tenendo la destra, dopo  2 km il percorso porta al punto di osservazione della Guardia Forestale, da dove si potrà ammirare una favolosa vista sulla costa Teodorina.

Alla scoperta della natura

Monte Nieddu

Se invece si prosegue tenendo la sinistra, si fiancheggerà la Caserma della Guardia Forestale e si potrà poi raggiungere la vetta, anche se con molta fatica per via del fondo ciottoloso. Se si sceglie di proseguire per il primo percorso, si possono raggiungere le cascate naturali del Rio Petrisconi, dove l’acqua ha scavato nel corso dei secoli la roccia granitica, formando delle piscine naturali dov’è possibile fare il bagno.

L’itinerario del Monte Nieddu ha diversi gradi di difficoltà e quindi soddisfa gli amanti delle passeggiate all’aria aperta e gli sportivi più temerari. Consigliamo comunque di praticare questa escursione utilizzando attrezzatura idonea, come scarpe da trekking e idonei bastoncini , ma anche di affidarsi alle guide escursionistiche presenti nel territorio.

Per chiunque fosse interessato alle escursioni del Monte, riportiamo alcuni dati utili per la percorrenza dell’itinerario: il dislivello è di circa 460 m, mentre la lunghezza complessiva del percorso è di circa 15 km; un paio di chilometri in più per raggiungere la sommità della vetta. La pendenza varia da un minimo di circa 7% ad un massimo stimato intorno al 20% su strada perlopiù sterrata, ma non mancano dei tratti in cemento nei tornanti più faticosi.