Isola di Tavolara

L’Isola di Tavolara è situata al largo della costa nord orientale della Sardegna, non distante da Olbia e vicino a San Teodoro. E’ una gigantesca formazione rocciosa, facile da individuare, simile ad una  montagna dolomitica che si erge per oltre 500 metri dal mare. Inizialmente abitata dai pirati, nel Settecento arrivò una colonia di pescatori genovesi, perlopiù pescatori di aragoste provenienti dalle isole di Ponza, per poi essere abbandonata nuovamente verso la fine del secolo.

Sul finire del 1700, Giuseppe Bertoleoni c la sua famiglia partirono da Genova su una piccola nave. Passando dalla Corsica raggiunsero prima l’Arcipelago di La Maddalena, stabilendosi nell’Isola di Santa Maria, poi proseguirono verso Sud, in particolare nell’Isola di Tavolara. Il luogo era abbastanza grande per poter far pascolare le capre, ricavare uno spazio per l’orto e avere una baia riparata dove ormeggiare le barche da pesca.

Escursioni Isola di Tavolara

Fu così che decise di costruire casa e di mettere a guardia di numerose capre selvatiche alcuni pastori. I n quegli anni i Bertoleoni furono gli unici abitanti dell’Isola. In base a ciò Paolo, figlio di Giuseppe, inoltrò numerose richieste di proprietà e sovranità presso la casa reale di Savoia.

Nel 1836, il Re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia visitò l’Isola di Tavolara. Dopo aver incontrato Giuseppe Bertoleoni, si presentò come il Re di Sardegna, così Bertoleoni scherzosamente rispose che lui era “il Re di Tavolara”.

Dopo una settimana, il Re di Sardegna donò a Bertoleoni un orologio d’oro e la dichiarazione di indipendenza del Regno di Tavolara dal resto della Sardegna. Non molto tempo dopo, dalla Prefettura di Sassari giunse una pergamena che riconobbe il piccolo regno di Tavolara. Alla morte di Giuseppe, suo figlio Paolo si proclamò come Re Paolo il 1 °. Nel 1896 la regina Vittoria d’Inghilterra, saputo dell’esistenza di questo piccolo regno di fronte alla costa sarda, con la nave Vulcan mandò i suoi fotografi personali a ritrarre la famiglia dei sovrani di quel luogo. Nel museo londinese di Buckingham Palace è conservata la foto della famiglia reale di Tavolara, all’interno della collezione di ritratti delle famiglie reali di tutto il mondo, voluta dalla stessa regina Vittoria.

L’attuale re, discendente della famiglia Bertoleoni, è un cittadino italiano proprietario di uno dei due ristoranti dell’Isola, Da Tonino re di Tavolara.

Galleria dell’isola di Tavolara

L’isola di Tavolara è ora una zona marina protetta, la sua fauna è caratterizzata da numerose specie di uccelli marini che vi si recano per nidificare. La vita marina intorno all’Isola è molto ricca. Per il gran numero di specie e le condizioni incontaminate divenne un luogo internazionale di immersione.

Sull’Isola di Tavolara c’è anche una specie unica di capra, quella dai denti d’oro, così chiamata perchè si alimentano di un particolare tipo di vegetazione che rende i loro denti di un colore dorato-giallastro.

Le diverse spiagge dell’Isola sono meravigliose e oltre al ristorante e al bar, sono presenti due residenze private e quando il tempo lo permette, è possibile anche salire fin sulla cima della montagna. Tavolara può essere raggiunta con imbarcazioni private o con barconi che partono da Porto San Paolo per tutta la stagione estiva. Questo piccolo centro dista a soli dieci minuti di auto da Olbia. Arrivati a Tavolara,  ci si può rilassare nella spiaggia libera di Spalmatore, si può visitare il retrostante cimitero dov’è sepolto l’ultimo re di Tavolara, ma anche passeggiare  per i sentierini, alla scoperta dei profumi tipici della macchia mediterranea.

Per chi è amante delle immersioni, i fondali dell’isola di Tavolara offrono spettacoli mozzafiato perchè flora e fauna sottomarina sono preservate dall’influenza dell’uomo ed è altresì ricca di Posidonia Oceanica e corallo mediterraneo. E’ anche possibile nuotare in compagnia di caretta caretta, cernie, saraghi e dentici.

L’Isola di Tavolara è sede, dal 1991, dell’omonimo festival cinematografico, il quale attira ogni anno attori e registi italiani. Nel mese di Luglio può essere raggiunta dagli amanti della settima arte, i quali hanno la possibilità di vedere i migliori film della stagione cinematografica. Tutto questo in un’arena allestita sotto le stelle, che rende la proiezione unica e indimenticabile.

Dal 2013 l’evento fa parte del progetto regionale Le Isole del Cinema, che coinvolge altre tre isole con progetti dedicati alla settima arte: l’Isola di La Maddalena (La Valigia dell’Attore che approfondisce la recitazione),  l’Isola dell’Asinara (Pensieri e Parole, rivolto a scrittura e sceneggiatura) e l’Isola di San Pietro Carloforte (Creuza de Mà, dedicato alla musica per il cinema).

Per quanto riguarda le escursioni, invece, partono da San Teodoro presso diversi diving center, come Karibu o Discovery Diving, oppure usufruendo del servizio della Tavolara traghetti di Porto San Paolo.

© 2016 - Arcos Vacanze srls - via Pescara, sn 08020 San Teodoro, OT - REA: NU101630 - P.Iva: 01443300916 | Developed by Maurizio Fregosi - Enfold Theme by Kriesi