Escursioni Gola Gorropu

Gola Gorropu

La Gola Gorropu è un profondo canyon ubicato nel Supramonte e demarca il confine tra i comuni di Urzulei e Orgosolo. La gola si è originata grazie all’intensa azione erosiva provocata delle acque del rio Flumineddu. Con i suoi oltre 500 metri di altezza ed una larghezza che varia da poche decine a 4 metri, è considerata uno dei canyon più profondi d’Europa.

Senza alcun dubbio è un luogo che gli appassionati di trekking e di camminate in mezzo alla natura non possono perdere: il fondo della gola è ricoperto da grandi massi levigati e bianchi grazie all’erosione del rio Flumineddu. Il fiume prosegue oltre la gola, aprendosi in minuscoli laghetti e uscendo in basso verso la valle di Dorgali dove alimenta diverse sorgenti.

Se amate gli animali e considerate un vero privilegio vederne di rari nel loro habitat, questa gola offre moltissimo: la aquilegia di Gorropu, detta altrimenti “nuragica”, l’euprotto sardo, un endemismo sardo-corso considerato l’anfibio più raro d’Europa, il geotritone del Supramonte, presente nella vicina grotta Su Palu, la biscia dal collare, l’aquila reale che, tra le alte pareti, nidifica ancora con diversi esemplari e, tra i pesci, la trota sarda. E ancora: mufloni, lepri sarde, volpi, ricci e cinghiali.

La gola rivela un habitat particolare anche dal punto di vista della flora: qui troviamo la specie erbacea aquilegia nuragica o aquilegia di Gorropu, un endemismo che è stato inserito dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), fra i primi 50 a rischio di estinzione nel Mediterraneo. Non si trova in nessuna altro luogo al mondo e cresce, solo con pochissimi esemplari, all’interno della Gola Gorropu. Altre specie interessanti sono il tasso e la fillirea di età stimabile intorno ai 1000 anni.